FAQ

Il camper in inverno: come vivere una vacanza alle basse temperature.


Foto di Jonathan Ware



Per chi ha un camper è indispensabile poterlo utilizzare tutto l'anno, a qualsiasi temperatura. Naturalmente vi sono camper che sono più adatti alle basse temperature e altri meno, ma con i giusti accorgimenti è possibile allestire il proprio mezzo ricreazionale con gli accessori adeguati in modo da non avere nessun tipo di problema in qualsiasi situazione meteorologica. Che si decida di trascorrere qualche giorno nella temperata Roma, nella fredda Bergamo o nella tiepida Genova, chiunque abbia un camper dovrebbe dotarsi degli indispensabili accessori e ricambi, spesso in vendita on line, per affrontare qualsiasi situazione.

Il campeggio invernale richiede quindi particolari accorgimenti e alle volte conviene non prediligere un minor prezzo degli accessori che si trovano on line, a scapito della loro effettiva qualità ed efficienza.


Il riscaldamento: come faccio a non avere problemi con temperature invernali?


Prestare molta attenzione al riscaldamento che deve funzionare alla perfezione. Il consiglio di ricambicamper.com è di  provarlo qualche giorno prima di partire, e una volta ogni due anni, per le stufe a pannello radiante, farle testare ad un tecnico esperto, in modo da non ritrovarsi, ad esempio, a Livigno, con temperature proibitive e il riscaldamento bloccato!

Massima attenzione, parlando di riscaldamento per camper, è da prestare alla bombola.  Nel periodo che va da fine ottobre a fine aprile, per fare campeggio invernale con il proprio camper, è consigliabile fornirsi  di gas propano e non di gas butano.

Il gas propano ghiaccia  a temperature decisamente più basse rispetto al gas butano. Il gas in generale tende a ghiacciare quando la pressione varia all'interno della bombola che lo contiene. Quando il gas va in “espansione”  (e cioè passa dalla bombola al riduttore di pressione potrebbe ghiacciare e quindi bloccare il flusso).

Non è necessario che faccia molto freddo ma ad esempio potrebbe esserci una richiesta maggiore di gas nel momento in cui la nostra bombola è nell'ultimo 20% di carica. Per assurdo, la bombola del gas per camper potrebbe ghiacciare anche a ferragosto,  infatti, se la si apre, la forte pressione in uscita del gas farebbe sì che la parte bassa della bombola stessa si ricopra di quella patina ghiacciata.

A questo proposito, vi rimandiamo alla nostra utile guida on line


Cosa faccio contro il ghiacciamento delle bombole del gas per camper?


Prima di tutto cosa NON fare:

-  Non coprire la testa della bombola del gas: in caso di fuga di gas, vi deve essere la possibilità di liberarsi nell'aria e fuoriuscire tramite le feritoie del nostro vano bombole; 
-  Lasciare delle feritoie nel vano bombole
-  Non scaldare la bombola con un accendino o con altri sistemi di riscaldamento, rischieremmo di farla esplodere.

Ecco cosa invece possiamo fare:

Rivestire il corpo centrale (ma non la testa) della bombola del gas per camper con del materiale coibentante, (ad esempio lo stesso di cui sono fatti gli oscuranti termici).
 
Vi sono dei sistemi specifici  che consentono di utilizzare entrambe le bombole collegate all'impianto, ad esempio www.ricambicamper.com propone il Gas Truma Duocontrol Truma Duo-Control CS


Inoltre esiste un utilissimo sistema con una resistenza anti-ghiaccio installata sul riduttore di pressione. Esso è comodamente utilizzabile dall'interno del camper.
Universalmente riconosciuto come il sistema più efficiente e conosciuto, oltre che unico omologato in Europa,  è il Truma Duo-Confort CS con resistenza Eis-EX.

Riscaldatore antighiaccio

 

Come faccio a manternere efficiente la batteria dei servizi del  camper in inverno?


In inverno la batteria è sottoposta a carichi decisamente notevoli:

Il riscaldamento che il necessita di ventilazione forzata alimentata a corrente (per diffondere l'aria calda in tutto il camper).

L'illuminazione che, con la durata della luce solare minore (in inverno ale 17 il sole tramonta) viene utilizzata per molte ore in più rispetto al periodo estivo.

 La  TV (piuttosto che una radio), che, vista la maggior permanenza sul mezzo, viene spesso utilizzata in modo maggiore rispetto al periodo estivo.
Batteria servizi per camper
La batteria dei servizi del camper deve quindi essere ricaricata e controllata periodicamente. Vi sono degli strumenti (tester) che, in base alle caratteristiche della nostra fonte di energia, ci dicono se è possibile continuare ad utilizzarla, se sarà da sostituire a breve o se invece è da sostituire subito.
 
La durata della batteria dipende, oltre che dal suo utilizzo, anche dalle sue caratteristiche tecniche/qualitative e dal suo posizionamento sul camper. Una batteria AGM a scarica lenta e sigillata, senza esalazioni di acido, installata all'interno del camper o dentro un gavone riscaldato avrà una durata maggiore di una batteria classica acido/piombo installata all'esterno del veicolo in un gavone aperto non riscaldato.
 
 
Foto:http://top1walls.com/wallpaper/1583748-winter-snow-trees--




Ottobre 2015, 


Ricambicamper.com è un sito di Duval Srl Via G.Ferraris 7 - 10040 Druento (TO) email: info@ricambicamper.com  P.I  10915910011 - Iscrizione al REA TO - 1172277
ricambicamper.com
ricambi camper
torino, IT
map
Google+